Unioncamere Lombardia

ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2012
3° trimestre 2010

Analisi congiunturale Industria
Rallenta la crescita della produzione industriale lombarda: +4,8% la variazione su base annua (contro il +5,9% dello scorso trimestre) e -1,2% la variazione destagionalizzata sul trimestre precedente. L’indice della produzione scende a quota 97,6 dopo aver raggiunto quota 99 a fine giugno. Il fatturato cresce del 7,5% su base annua e del +0,2% rispetto al trimestre precedente. Rallenta la crescita degli ordini sia dall’interno che dall’estero, pur con incrementi vicini al 5%. In leggera flessione l’occupazione rispetto al trimestre precedente, ma diminuisce anche l’incidenza della CIG. Aumentano in maniera significativa i prezzi delle materie prime e, in misura più limitata, quelli dei prodotti finiti.

 

Analisi congiunturale Artigianato
Stazionario l’andamento per le aziende artigiane, con l’indice della produzione che rimane fermo a quota 86 (dato destagionalizzato, base anno 2005=100) contro il 102 toccato nel 2007. Tra i settori dell’artigianato vi sono ancora sei settori su undici con variazioni annue negative comprese tra il -4,9% del legno-mobilio e il -2,5% dell’abbigliamento. Positivi i settori della siderurgia (+5,6%), della meccanica (+4,0%), della gomma-plastica (+3,1%), pelli-calzature (+2,1%) e carta-editoria (+1,3%).

 

Analisi congiunturale Agricoltura
I risultati confermano una situazione di miglioramento per l'agricoltura lombarda, sia in termini tendenzialiche congiunturali, anche se non si può ancora parlare  di un'uscita dalla crisi. Il miglioramento del settore agricolo lombardo è testimoniato da una crescita del fatturato nei primi 9 mesi del 2010, grazie anche ad una generale crescita della ragione di scambio. I giudizi sulla redditività rimangono comunque improntati sulla negatività. Le performance dei singoli comparti fanno resgistrare nel 3° trimestre ancora forti differenziazioni: il settore lattiero caseario, quello maidicolo e quello del frumento tenero e duro registrano segnali di miglioramento  più marcati. Ancora senza segni di miglioramento i comparti delle carni bovine e della floricoltura.

  • Cartella stampa Unioncamere Lombardia
  • Rapporto congiunturale agricoltura [pdf 497kb]
  • Presentazione dati Unioncamere Lombardia [pdf 280kb]
  • Comunicato stampa e risultati indagine nazionale ISMEA