Unioncamere Lombardia

ultimo aggiornamento: 19 Dicembre 2012
3° trimestre 2012

Analisi congiunturale Industria
Il settore manifatturiero lombardo registra una decelerazione della contrazione dei livelli produttivi rispetto al trimestre precedente. Meno negativo anche l’andamento del fatturato, mentre si riduce ancora il tasso di utilizzo degli impianti e il portafoglio ordini. Il mercato estero è pressoché stazionario, mantenendosi vicino ai massimi di fine 2010, registrando solo una lieve contrazione congiunturale (-0,3%). Il continuo calo dei livelli produttivi preme sull’occupazione, che mostra segnali di debolezza sempre più marcati con un incremento dei tassi di uscita e la contestuale riduzione dei tassi di ingresso.
Le aspettative degli imprenditori rimangono in area negativa per occupazione, produzione e ordini interni ma, per le ultime due variabili, sembrano aver superato il punto di minimo. Solo le aspettative sugli ordini esteri sono positive e in crescita.

Allegato statistico industria [pdf 471KB]

 

Analisi congiunturale Artigianato
La crisi continua a mordere nel settore artigiano lombardo, con una flessione produttiva importante rispetto ai livelli di un anno fa (-8,4%). Per la prima volta si assiste però a una decelerazione, seppur lieve, del processo di caduta, che fin qui aveva continuato ad aggravarsi. Nella media dei primi tre trimestri del 2012 la produzione artigiana registra un decremento pari al 7,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il tasso di utilizzo degli impianti cala leggermente (66,8%).Sul fronte degli ordinativi quelli provenienti dall’Italia confermano il forte calo (-9,2%), ma anche in questo caso la situazione è in miglioramento rispetto al passato trimestre. Frenano invece gli ordini esteri (-2,8%) dopo la crescita evidenziata nell’ultimo periodo.

 

Analisi congiunturale Agricoltura
Nel comparto agricolo lombardo si conferma la situazione di crisi evidenziatasi nello scorso trimestre e che aveva manifestato i primi segnali tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012, con l’ulteriore peggioramento dei principali indicatori sia rispetto allo stesso periodo dello scorso anno sia nel confronto con il secondo trimestre 2012. La situazione di difficoltà del settore è legata a una forte compressione dei margini di redditività.

 

Analisi congiunturale del Mercato del Lavoro
Il terzo trimestre vede un leggero aumento su base annua dell’occupazione lombarda (+0,8%), grazie soprattutto alla tenuta dei servizi, rimanendo però lontano dai livelli pre-crisi. La disoccupazione si mantiene su livelli record (6,7%), sia per l’aumentare dei licenziamenti su base individuale, è infatti in forte aumento la mobilità, sia per l’ingresso sul mercato del lavoro di persone prima inattive, soprattutto donne che cercano lavoro per integrare il reddito familiare intaccato dalla crisi economica. Risulta infatti in crescita il tasso di occupazione femminile (56,2%) che controbilancia il calo della componente maschile. Aumenta il ricorso alla cassa integrazione (+9,4%), in particolare nella componente ordinaria (+78,4%), mentre le aspettative degli imprenditori rimangono negative, prospettando un 2013 con un ulteriore allargamento dell’area della disoccupazione.

  • Analisi congiunturale trimestrale [pdf517kb]
  • Nota metodologica [pdf64kb