Unioncamere Lombardia

ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2019
Bando Valore impresa, impresa di valore

SCADENZA: 16 settembre 2019

CONTRIBUTI PER LA VALORIZZAZIONE DEI MUSEI, DEGLI ARCHIVI STORICI E DEL PATRIMONIO STORICO DI IMPRESA

Bando approvato con Determinazione D.O. n. 56 del 14 maggio 2019.

OBIETTIVO: iniziative di valorizzazione, archiviazione e promozione del patrimonio storico e culturale aziendale sviluppato e fisicamente collocato sul territorio lombardo
CANDIDATURE: le MPMI che abbiano una sede in Lombardia (almeno all’erogazione del contributo) possono inviare la richiesta di contributo dalle ore 10:00 del 30 maggio fino alle ore 16:00 del 16 settembre 2019 esclusivamente tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it .
CONTATTI: Unioncamere Lombardia csr@lom.camcom.it

Modulistica OBBLIGATORIA:

  • Allegato 1: Modulo di domanda di contributo [docx 140kb]
  • Allegato 2: Scheda progetto [docx 140kb]
  • Allegato 3: Prospetto economico [xls 13kb]
  • Allegato 4: Dichiarazione sostitutiva per la concessione di aiuti in ‘de minimis’ (art. 47 d.p.r. 28/12/2000, n.445), da completare solo nel caso di attività progettuale che prevede reddito di impresa [docx 153kb]
  • Allegato 5: Dichiarazione per soggetti che non hanno posizione INPS/INAIL [docx 35kb]
  • Allegato 6: Autocertificazione antimafia ex art. 89 del d.lgs. 159/2011 sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa beneficiaria [docx 170kb]
  • Allegato 7: Procura per presentazione della domanda di contributo [docx 35kb]

Documentazione di supporto:

  • Istruzioni compilazione dichiarazione "De minimis" e informative varie [docx 58kb]
  • Manuale utente [pdf 2,2MB], video tutorial per la profilazione e compilazione delle domande di contributo
  • FAQ

ATTENZIONE! Tutta la documentazione deve essere firmata digitalmente. Il sistema Webtelemaco non accetta file con formato differente dal p7m.
In caso di procura e in assenza di firma digitale del Legale Rappresentante (LR) dell’impresa, occorre:
• sottoscrivere l'allegato 7 con firma autografa
• allegare il documento di identità del LR generando un file unico
• apporre la firma digitale del procuratore per convertirlo in file p7m.
In caso il LR sia in possesso di firma digitale propria, la procura andrà firmata digitalmente dallo stesso e non occorre allegare il documento di identità del LR.